jump to navigation

“Chiediamo i danni a cosa nostra” nella legge antimafia! sabato, 6 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Legalità.
add a comment

chiediamo-i-danni-a-cosa-nostra22Una battaglia già vinta, già annunciata, ma adesso definitivamente consacrata!

Chiediamo i danni a cosa notra“, la petizione lanciata dal Meetup di Palermo – Il Grillo di Palermo quasi un anno fa (gennaio 2008), fatta firmare anche ai nostri dipendenti regionali e dapprima inserita come emendamento nella discussione della Commissione Bilancio all’Ars, poi divenuta legge sotto il governo Cuffaro (art. 17, anche se il testo era stato parzialmente modificato), oggi viene riaffermata e rafforzata dalla nuovissima legge regionale antimafia (Legge n. 15 del 20/11/08 “Misure di contrasto alla criminalità organizzata”).

Detto in due parole…

Con la petizione veniva principalmente richiesto che la Regione Sicilia avesse l’obbligo di costituirsi parte civile nei processi per mafia. Scoprimmo, infatti, che la Regione ne aveva solo facoltà, senza obbligo: e, di fatto, non è mai avvenuto che lo facesse.

Con il primo emendamento approvato a gennaio 2008 veniva fatto obbligo, ma solo in azioni riguardanti pubblici amministratori o dipendenti delle amministrazioni medesime.

La differenza sostanziale, quindi, tra la prima legge ed il testo della legge antimafia 2008, è proprio l’integrazione, come da noi richiesto in origine, di costituirsi parte civile in tutti i processi relativi a fatti mafiosi.

Può definirsi un traguardo raggiunto!

Hanno dedicato spazio ed hanno promosso l’iniziativa Sonia Alfano, che lanciò la petizione il giorno della commemorazione della morte del padre Beppe Alfano nel corso di una bellissima manifestazione con le scuole a Barcellona Pozzo di Gotto, Stefania Petyx attraverso “Striscia” (qui i video) ed il TgS (guarda qui) che ci invitò anche, grazie ad Alessandro Amato che sposò la causa, alla trasmissione televisiva “TgS Studio Stadio” per presentare la petizione.

Inoltre, moltissime persone inserirono banner ed articoli nei loro siti e blog per farla firmare.

A tutti un grande grazie!

Per leggere il testo della petizione, clicca qui.

Questo è il video dell’iniziativa da me realizzato per il Meetup:

Nasce “Io Sono Saviano” sabato, 22 novembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Legalità.
add a comment

Nelle ultime settimane un’onda inarrestabile e contagiosa ha fatto sì che nascesse sul web un movimento spontaneo sotto il nome di “Io Sono Saviano”.

Dalla necessità di dare un seguito alle manifestazioni di solidarietà nei confronti dello scrittore Roberto Saviano, che un pentito ha indicato come prossimo obiettivo dell’ala stragista dei Casalesi, capeggiata dal latitante Giuseppe Setola, nasce così il social network IoSonoSaviano.ning.com, creato con l’intento di riunire e coordinare chiunque volesse partecipare attivamente all’organizzazione di una manifestazione nazionale a sostegno di Roberto Saviano e contro tutte le mafie, che si terrà il prossimo 20 dicembre contemporaneamente a Roma, Napoli, Milano e Palermo.

L’organigramma della neonata piattaforma virtuale è composto da comitati regionali che si gestiscono autonomamente per quanto riguarda le attività che precederanno la manifestazione, coordinandosi poi in vista dell’evento nazionale. E’ importante sottolineare, però, che la manifestazione del 20 dicembre non è il punto di arrivo di un’esperienza comune nata in un caso particolare, ma rappresenta il primo passo di un movimento che ha lo scopo di tenere costantemente viva l’attenzione dell’opinione pubblica, per far sì che l’interesse mostrato in questa occasione non si esaurisca.

Attraverso azioni di sensibilizzazione, campagne informative, performance visive, cineforum e letture intendiamo continuare a monitorare il fenomeno mafioso al quale gli italiani rischiano pericolosamente di assuefarsi a causa di una mancanza di informazione dettagliata e veritiera.

I contatti per il coordinamento della Sicilia sono: Chiara Graziano (e-mail:chiaragraziano_1979@libero.it) e Fulvia Pirrone (e-mail:fukora@libero.it).