jump to navigation

Piero Ricca a Palermo lunedì, 19 gennaio, 2009

Posted by accettiamodidiventareblog in Appuntamenti.
1 comment so far

dsc08113bb

Una giornata indimenticabile, tanto attesa e ben riuscita!

Il Meetup Il Grillo di Palermo ha organizzato la presentazione del libro di Piero Ricca: “Alza la testa“.

L’evento si è svolto ieri pomeriggio, al Kursaal Kalhesa: ebbene si, abbiamo portato a Palermo Piero Ricca e Franz Baraggino!

Piero Ricca è un libero cittadino, attivista e blogger: è l’incarnazione del vero giornalista, uno dei pochi che osa rivolgere vere e scomode domande a politici (e non solo) mettendoli di fronte alla “questione morale”, un valore estinto ormai nella politica italiana. Piero scende in piazza, informa, urla all’Italia gli scandali che chi dovrebbe davvero fare informazione tenta di nascondere o far dimenticare. Il suo sito è diventato ormai famoso, fateci un giro, troverete tutte le iniziative del gruppo “Qui Milano Libera“: www.pieroricca.org.

Dovremmo scandalizzarci ed indignarci tutti per le verità che butta addosso ai nostri potenti ed illustri connazionali, sembra che l’Italia sia assopita e non faccia più caso alle anomalie made in Italy che coinvolgono il mondo della politica, dell’informazione, dell’economia.

Ma ci pensa Piero, insieme ad altri (troppo pochi ancora) amici, a ricordarci di alzare la testa!

Così come ci ha pensato Giuseppe Gatì (ospite alla presentazione di Palermo) nella sua Agrigento, a ricordare al signor Sgarbi che non si insultano gli eroi, al grido di: “Viva Caselli, viva il pool antimafia!“.

Anche Pino Maniaci ha preso per un attimo la parola, tra un’inquadratura ed un’intervista in vista della preparazione del servizio su Piero Ricca per la sua Telejato.

Ha moderato l’incontro Sonia Alfano, impeccabile, precisa ed ammirevole, come sempre.

Annunci

Natale 2008 mercoledì, 24 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Politica.
add a comment

Caro Babbo Natale,
nel 2008 non sono stato buono, anche quest’anno ho mandato a fanculo tanta gente. Ho trattato male i giornalisti, gli editori, i politici, gli imprenditori con le pezze al culo. Portami lo stesso qualcosa. Te lo prometto, l’anno prossimo cambierò. E’ un fioretto che ti faccio. Sarò ancora più cattivo, più fetente, non perdonerò più niente a nessuno. Il 2009 sarà il mio Vaffanculo Year. Tu che porti regali a tutti. Tu che hai trasformato la nascita di Gesù in un supermercato. Tu che sei il nonno dello psiconano e che gli hai suggerito la social card. Tu, con le tue renne, che fai il testimonial del consumismo. A te chiedo in questa notte di portarmi alcuni doni per l’anno che verrà.
Non far morire più gli operai, 1.300 sono scomparsi nel 2008, hanno già dato. Cambia categoria, passa ai politici e ai direttori di giornali e delle televisioni. Un piccolissimo incidente sul lavoro a Riotta o a Vespa o a Giordano, una telecamera sul piede. Una disgrazia lieve a Cicchitto, a Gasparri o a D’Alema, una pensione minima e un monolocale in un ballatoio di periferia.
Porta una sveglia con una suoneria eccezionale a Morfeo Napolitano e, se serve, anche un apparecchio acustico e un paio di occhiali. Forse si sveglierà e vedrà nella giusta luce giudiziaria il suo ex compagno Bassolino e si vergognerà del Lodo Alfano.
Ai precari, ai disoccupati, ai padri di famiglia, alle madri single, agli extracomunitari finiti in questo delirio che è l’Italia regala la speranza di un Paese democratico e civile, nel 2009 oltre alla speranza non avranno altro.
Allo psiconano regala dieci giudici della scuola di Paolo Borsellino dalle Procure d’Italia. Nella slitta non caricare avvocati, ne ha già troppi in casa e in Parlamento. Con loro passa i sabati e le domeniche a giocare a guardie e prescritti. Lui fa la parte del prescritto, è quella che gli viene meglio. Portagli anche un elicottero della marca di quello di Ceaucescu, nel 2009 può tornargli utile.
A Tremonti non portare nulla. Lui gioca da sempre con i condoni e con le aste pubbliche dei titoli di Stato. Cerca di vendere i debiti della politica ai cittadini. Non dargli più i nostri soldi. Un’asta dei BOT deserta a primavera gli cambierà la vita. Potrà ritirarsi sotto falso nome nel Parco dello Stelvio insieme al figlio di Bossi.
Alla Lega dai questo federalismo, sono trent’anni che Umberto Garibaldi lo vuole. Porta la Mafia e la Camorra e la Ndrangheta anche nelle valli bergamasche e nell’edilizia lombarda. Ognuno deve avere la sua Mafia federale. Ma questo lo hai già fatto, mi dimenticavo.
A tutti gli italiani porta un muro. Alto come quello di Berlino. Lungo come la muraglia cinese. Più resistente delle mura di Gerico. E falli schiantare contro per risvegliarli prima che sia troppo tardi.
Buon Natale a tutti gli italiani onesti.

Beppe Grillo

Sport Film Festival 2008 sabato, 20 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Appuntamenti.
add a comment

Si conclude oggi la 30esima edizione dello Sport Film Festival, la rassegna cinematografica internazionale dedicata ai soggetti sportivi che quest’anno è stata ospitata a Palermo.

Tra i film proposti, segnalo “Salvatore Antibo“, regia di Dario Marzio Sciabbica, vincitore del Paladino d’Oro per il miglior montaggio.

Complimenti!

Alla scoperta del bio-mercatino! giovedì, 18 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Palermo.
2 comments

Da circa un mese si è attivato a Palermo il primo bio-mercatino!

Si tratta di un mercatino biologico settimanale e si svolge nel CEntro STOrico (da cui il suo nome: “Cesto“) della città.

Al bio-mercatino si trovano prodotti coltivati nelle vicinanze di Palermo secondo i principi dell’agricoltura biologica, provenienti direttamente dai produttori (attuando la cosidetta filiera corta) e ovviamente privi di imballaggi.

Insomma, tanti benefici: frutta e verdura fresche, perchè appena raccolte; sane e di alta qualità, perchè biologiche; non si contribuisce all’inquinamento, poichè i prodotti percorrono pochissima strada; economico, poichè abbattendo i passaggi dei vari rivenditori si abbattono i costi.

Tanti benefici per la nostra salute, per l’ambiente e… per il portafoglio!

Oltre che frutta e verdure si possono trovare altri prodotti come olio di frantoio o pane cotto a legna.

Il bio-mercatino si svolge tutti i giovedi dalle ore 18:00 a piazzetta Resuttano (pressi focacceria San Francesco) presso gli spazi dell’associazione Maulasséne.

Gli organizzatori danno solo due consigli: il primo è portarsi sacche e contenitori per la spesa da casa (impariamo a riutilizzare i sacchetti anzichè “collezionarli” contribuendo allo spreco di plastica o carta); il secondo è di non pretendere di arrivare in macchina e di trovare l’ampio parcheggio a mo’ di ipermercato! Nella filosofia di rendere sostenibile anche il raggiungimento del posto, si consiglia di andare a piedi o in bici (o magari di parcheggiare l’auto a distanza e farsi una bella passeggiata) visto che ci troviamo in una piccola stradina del centro storico!

Assolutamente da provare!

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il blog del Cesto.

Beppe Grillo a Palermo, Meetup di scena domenica, 14 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Meetup.
add a comment

Il Meetup di Palermo (www.ilgrillodipalermo.it) è stato per un attimo protagonista della serata durante lo spettacolo del nostro Beppone nazionale nella nostra città.

La cronistoria della preparazione dell’evento da parte del Meetup è cosa ardua da raccontare.

Di certo lo spazio, l’attenzione e la considerazione che viene dedicata ai Meetup di tutta Italia è, a mio avviso, ben poca cosa rispetto a quanto si lavora in questi gruppi, togliendo molto spesso tempo (e denaro) a famiglia, amici, svaghi ed interessi personali.

Quello che s’è visto durante lo spettacolo, tanto per dirne una, era solo una parte del video preparato per l’occasione, essendo stato tagliuzzato dallo staff Grillo perchè ritenuto troppo lungo.

Ci sta. Ma si potrebbe fare di più, per tante piccole cose che non sono andate come credevo.

Ribadisco che parlo in termini organizzativi, per il resto lo spettacolo è stato assolutamente piacevole e spero che almeno qualcuno, uscito da lì, si stia iniziando a rendere conto del Delirio in cui è precipitato il nostro paese.

Ecco il video in versione integrale.

Sul caso Sky martedì, 9 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Politica.
add a comment

Riporto un’interessante articolo da QuiRomaLibera.

Adesso il privilegio è divertirsi sentendo Caressa?

E’ di questi giorni la notizia che il governo ha deciso di raddoppiare l’iva su SKY. Niente male per chi fino a ieri sbandierava ai quattro venti che non ci sarebbero state tasse aggiuntive per gli italiani. Ma si sa, lo scotto dell’ICI qualcuno dovrà pur pagarlo, e quindi per coprirne una minima parte si porta al 20% l’iva della tv a pagamento più diffusa del paese. Il Gasparri di turno del resto ci dice che l’iva agevolata sulla pay tv è una anomalia del tutto italiana rispetto al resto dell’Europa (qualcuno dovrebbe ricordargli che in Italia abbiamo l’iva al 20% su un sacco di beni di consumo che al contrario hanno un’imponibile molto più basso nel resto dell’Unione Europea, ma non glielo ricordano, in fondo debbono solo reggergli il microfono mentre parla).

Occorre dire che uno dei tg più obiettivi di questa informazione asservita al potere è proprio SKY TG24. Oltre alla completezza delle informazioni in tempo reale (non so trovare una tv che si avvicini di più al modello CNN almeno qui in Italia) questo telegiornale tratta tutti alla stessa maniera.

Nel 2006 capitò addirittura che ospitò un dettagliato j’accuse di Luciano Gaucci da Santo Domingo che sparava a zero sulle porcherie del calcio italiano, appena alle prese con le intercettazioni, lanciando pesanti accuse niente di meno che a Cesare Geronzi e al suo modo di far girare la giostra pallonara. L’intervista ovviamente non venne rilanciata da nessuna emittente televisiva, del resto mica si parlava di Cogne.

Berlusconi dice: “non si aumentano le tasse, si toglie un privilegio“. E al tg3 di poco fa ho appena sentito le seguenti parole: “io non ne sapevo nulla. Il ministro delle finanze HA SCOVATO LE SITUAZIONI DI PRIVILEGIO IN MODO TALE DA RIMETTERLE IN REGOLA!”.

Cioè con una macchina amministrativa che sperpera fiumi di miliardi nostri in privilegi e agevolazioni dei palazzi del potere, questi signori dicono che i privilegiati sono gli abbonati di SKY che pagano l’iva al 10%, la riportano al 20% e allo stesso tempo non si tolgono un euro di stipendio?

MA CHI VOLETE PRENDERE IN GIRO?

“Chiediamo i danni a cosa nostra” nella legge antimafia! sabato, 6 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Legalità.
add a comment

chiediamo-i-danni-a-cosa-nostra22Una battaglia già vinta, già annunciata, ma adesso definitivamente consacrata!

Chiediamo i danni a cosa notra“, la petizione lanciata dal Meetup di Palermo – Il Grillo di Palermo quasi un anno fa (gennaio 2008), fatta firmare anche ai nostri dipendenti regionali e dapprima inserita come emendamento nella discussione della Commissione Bilancio all’Ars, poi divenuta legge sotto il governo Cuffaro (art. 17, anche se il testo era stato parzialmente modificato), oggi viene riaffermata e rafforzata dalla nuovissima legge regionale antimafia (Legge n. 15 del 20/11/08 “Misure di contrasto alla criminalità organizzata”).

Detto in due parole…

Con la petizione veniva principalmente richiesto che la Regione Sicilia avesse l’obbligo di costituirsi parte civile nei processi per mafia. Scoprimmo, infatti, che la Regione ne aveva solo facoltà, senza obbligo: e, di fatto, non è mai avvenuto che lo facesse.

Con il primo emendamento approvato a gennaio 2008 veniva fatto obbligo, ma solo in azioni riguardanti pubblici amministratori o dipendenti delle amministrazioni medesime.

La differenza sostanziale, quindi, tra la prima legge ed il testo della legge antimafia 2008, è proprio l’integrazione, come da noi richiesto in origine, di costituirsi parte civile in tutti i processi relativi a fatti mafiosi.

Può definirsi un traguardo raggiunto!

Hanno dedicato spazio ed hanno promosso l’iniziativa Sonia Alfano, che lanciò la petizione il giorno della commemorazione della morte del padre Beppe Alfano nel corso di una bellissima manifestazione con le scuole a Barcellona Pozzo di Gotto, Stefania Petyx attraverso “Striscia” (qui i video) ed il TgS (guarda qui) che ci invitò anche, grazie ad Alessandro Amato che sposò la causa, alla trasmissione televisiva “TgS Studio Stadio” per presentare la petizione.

Inoltre, moltissime persone inserirono banner ed articoli nei loro siti e blog per farla firmare.

A tutti un grande grazie!

Per leggere il testo della petizione, clicca qui.

Questo è il video dell’iniziativa da me realizzato per il Meetup:

Elii: no all’Ambrogino martedì, 2 dicembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in News.
add a comment

Gli Elio e le Storie Tese (da me amatissimi!) quest’anno sono stati insigniti dell’Ambrogino d’Oro, il prestigioso riconoscimento assegnato dal Comune di Milano. La cerimonia di premiazione si svolge come da tradizione il 7 dicembre, giorno della festa del patrono di Milano, Sant.Ambrogio appunto.

Ma gli Elii non ritireranno l’attestato di Benemerenza conferitogli. Il motivo è presto detto: il simpatico complessino contesta, infatti, la vergognosa mancata assegnazione ad Enzo Biagi e il rifiuto da parte del Comune di riconoscere la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano.

Per la cronaca, lo scorso anno la candidatura di Enzo Biagi non era stata accettata per ragioni procedurali – sarebbe stata presentata troppo tardi – e la Moratti aveva lanciato un appello per assegnare l’illustre riconoscimento al giornalista, mentre quest’anno si parla di lunghe liti in sede di commissione, dopo le quali i rappresentanti dei partiti dell’opposizione hanno abbandonato la seduta per protesta contro la maggioranza che non voleva approvare l’assegnazione della medaglia a Biagi.

Elio e le Storie Tese hanno scritto una lettera al Comune di Milano, in cui si legge: “Abbiamo ricevuto il vostro invito alla cerimonia per la consegna dell’attestato di Benemerenza civica in data 7 dicembre 2008. Desideriamo in primo luogo ringraziare chi ha proposto il nostro nome. Vi comunichiamo altresì che non intendiamo accettare la Benemerenza, poichè siamo in disaccordo con la vostra decisione di non assegnare l’Ambrogino d’Oro a Enzo Biagi e la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano, come riportato dai principali organi di stampa. Come abbiamo fatto in questi vent’anni, continueremo a rappresentare al meglio Milano, la città in cui siamo nati, viviamo e lavoriamo; che amiamo profondamente e che, proprio per questo, vorremmo vedere meglio trattata e rappresentata dalla sua amministrazione comunale“.

Finora dure critiche sono arrivate dalla Lega, che accusa il gruppo di essersi “prestato ai giochi della politica e delle contrapposizioni tra destra e sinistra”.

Ma l’azione dei mitici Elii non può stupire assolutamente i loro fan, me in testa. E’ nota, infatti, la sensibilità della band verso i temi più scottanti dell’attualità e le tematiche di pubblico interesse, sì affrontate con lo stile che li contraddistingue, ma proprio per questo a volte particolarmente pungenti (basta ascoltare, per citarne una, la recente “Parco Sempione”).

Ed ancora una volta hanno fatto centro.

Nasce “Io Sono Saviano” sabato, 22 novembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Legalità.
add a comment

Nelle ultime settimane un’onda inarrestabile e contagiosa ha fatto sì che nascesse sul web un movimento spontaneo sotto il nome di “Io Sono Saviano”.

Dalla necessità di dare un seguito alle manifestazioni di solidarietà nei confronti dello scrittore Roberto Saviano, che un pentito ha indicato come prossimo obiettivo dell’ala stragista dei Casalesi, capeggiata dal latitante Giuseppe Setola, nasce così il social network IoSonoSaviano.ning.com, creato con l’intento di riunire e coordinare chiunque volesse partecipare attivamente all’organizzazione di una manifestazione nazionale a sostegno di Roberto Saviano e contro tutte le mafie, che si terrà il prossimo 20 dicembre contemporaneamente a Roma, Napoli, Milano e Palermo.

L’organigramma della neonata piattaforma virtuale è composto da comitati regionali che si gestiscono autonomamente per quanto riguarda le attività che precederanno la manifestazione, coordinandosi poi in vista dell’evento nazionale. E’ importante sottolineare, però, che la manifestazione del 20 dicembre non è il punto di arrivo di un’esperienza comune nata in un caso particolare, ma rappresenta il primo passo di un movimento che ha lo scopo di tenere costantemente viva l’attenzione dell’opinione pubblica, per far sì che l’interesse mostrato in questa occasione non si esaurisca.

Attraverso azioni di sensibilizzazione, campagne informative, performance visive, cineforum e letture intendiamo continuare a monitorare il fenomeno mafioso al quale gli italiani rischiano pericolosamente di assuefarsi a causa di una mancanza di informazione dettagliata e veritiera.

I contatti per il coordinamento della Sicilia sono: Chiara Graziano (e-mail:chiaragraziano_1979@libero.it) e Fulvia Pirrone (e-mail:fukora@libero.it).

Le Orme a Palermo! venerdì, 14 novembre, 2008

Posted by accettiamodidiventareblog in Appuntamenti.
add a comment

Eh si, ragazzi, ancora non mi sembra vero!

Da fan delle Orme, non pensavo di poterli mai vedere dal vivo, visto che erano ormai diversi anni che non lanciavano un tour in giro per l’Italia.

Credevo che sarei stata costretta a farmi una trasferta per partecipare ad una delle loro occasionali apparizioni nel nord-Italia, per lo più a serate nelle feste di paese…

Ed invece ecco per Palermo i manifesti del loro tour! Fantastico!

Le Orme sono un gruppo progressive italiano, quel “rock-progressive” puro degli anni ’70 dal sound unico, dagli arrangiamenti mai banali e sempre superlativi e dalle atmosfere che ti fanno viaggiare con la musica.

Il gruppo si forma alla fine degli anni ’60, all’inizio la sua musica ha i toni del beat-psichedelico che già fanno presentire le grosse potenzialità di evoluzione che avrà la band di lì a pochi anni.

Ed infatti, a partire dal ’71 e per tutto un decennio, si impongono nel panorama della musica italiana portando alla ribalta nel nostro paese il rock-progressive, insieme a gruppi come la PFM, il Banco del Mutuo Soccorso, gli Area e tanti altri.

Tra gli album di spicco come non ricordare “Contrappunti”, “Smogmagica”, “Verità nascoste”, “Storia o leggenda” e l’incredibile “Felona e Sorona”.

Le Orme saranno in concerto a Palermo giovedi 27 novembre al teatro Metropolitan.

I biglietti (posto unico, costo € 20,00) si possono acquistare presso:

Teatro Metropolitan, in viale Strasburgo 358 (telefono 091.6887513);

Box Office, in via Lo Jacono 53 (telefono 091.6260177);

Diskery, in via Aquileia (telefono 091.205808);

Master Dischi, in via XX Settembre 38 (telefono 091 323151);

Medilisa, in via Principe di Palagonia 16/c (telefono 091.6812756);

Tata Blue, in piazza Mondello 1 (telefono 091 454121).